fbpx
Loader
 

Il Gusto della Salute: l’Arancia Staccia

Il Gusto della Salute: l'Arancia Staccia

Il Gusto della Salute: l’Arancia Staccia

L’arancia Staccia. 

Sapori e tradizioni da custodire.

Ha forma sferoidale, in qualche caso un po’ schiacciata ai poli, di dimensioni variabili e talvolta inaspettatamente grandi, polpa bionda e soffice, non sempre fornita di semi, un sapore ricco e tendenzialmente amarognolo. È l’agrume più famoso al mondo.
Stiamo parlando dell’arancia, frutto del Citrus sinensis. In Italia, se ne coltivano ben 19 varietà.

In questa puntata de “Il Gusto della Salute” si accenderanno i riflettori sull’Arancia Straccia di Tursi, una cultivar tipica di un’area lucana, tra il Sinni e l’Agri, in provincia di Matera, di antichissime origini, a maturazione tardiva che può rimanere sull’albero fino all’estate, tutelata da un Consorzio dedicato.

Il suo nome deriva da un antico gioco, lontano parente del gioco delle bocce, in uso tra i ragazzi di qualche decennio fa che, per divertirsi, usavano le “stacce“, ossia delle pietre piatte e levigate che lanciavano a distanza, in rettangoli di gioco disegnati per terra alla meno peggio con gessetti improvvisati.

Di questa particolare tipologia di arancia non si butta via niente. È ottima per la preparazione di spremute o per confezionare canditi, grazie alla presenza di una buccia spessa, soffice e rugosa. Può essere impiegata per la preparazione di creme e liquori, mentre il fogliame e il succo possono essere utilizzati per insaporire e arricchire di importanti contributi nutrizionali piatti prelibati o semplici insalate.

  • Dove si coltiva l’arancia Staccia?
  • Ha bisogno di particolari tecniche agronomiche?
  • Quali sono le sue peculiarità?
  • Quali sono le proprietà nutrizionali?
  • Può avere delle controindicazioni?

Sono questi gli argomenti di questo nostro appuntamento arricchito, come sempre, di immagini, di testimonianze e contributi tecnici.

 

Una rubrica di:
Mauro Minelli – prof. Straordinario di Igiene Generale e Applicata e Referente per il SUD-Italia della Fondazione Medicina Personalizzata

Ospiti:
Dominga Maio – Biologa nutrizionista del Network PoliSmai
Antonio Cantarella – Agricoltore – Tursi (MT)
Filippo Cantarella – Agricoltore – Tursi (MT)
Paolo Popia – Imprenditore turistico Palazzo dei Poeti – Tursi (MT)

L’iniziativa è svolta sotto l’egida della FMP Fondazione Medicina Personalizzata – Media partner ADNKronos.



Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili