fbpx
Loader
 

Il Gambero Viola di Gallipoli

Gambero, dal latino kàmurus (curvo), è un crostaceo di mare dal corpo allungato.

La copertura dorsale (carapace) è divisa in due parti: il cefalotorace, posto anteriormente, e l’addome a sua volta formato da un numero di parti mobili variabile a seconda delle specie. Anche la colorazione varia con la specie, dal bianco al viola per quanto, durante la cottura, l’aspetto cromatico del carapace tenda comunque a modificarsi e anche il rosso delle antenne assuma una sfumatura diversa da quella originale.

Nella puntata numero 35 de “Il Gusto della Salute” descriveremo le caratteristiche del gambero viola di Gallipoli (Aristeus Antennatus), della lunghezza di oltre 20 centimetri contro una media variabile tra i 10 e i 18 centimetri.

Crostaceo ricercatissimo il gambero pescato a circa 15 miglia dalla costa gallipolina è capace di rapidi spostamenti verticali in acque profonde fino a 1400 metri, nelle quali porta a spasso il suo carapace bianco che, pochi minuti dopo la pesca, diventa viola, per poi assumere in padella un colore turchese cupo.

In gastronomia è un’autentica prelibatezza soprattutto se mangiato fresco, crudo, con un pizzico di sale e una goccia d’olio.
Il suo gusto è delicato e la sua fragranza si apprezza appieno se, dal momento della pesca a quello della consumazione, intercorre un tempo breve.

Viene pescato esclusivamente con reti a strascico e i pescatori gallipolini, nel sacco delle loro reti trainate dai pescherecci, ne raccolgono grandi quantità.

  • Ma quali sono le caratteristiche nutrizionali del gambero viola di Gallipoli?
  • E quali gli effetti indesiderati che possono eventualmente derivare dal suo consumo?
  • Come riconoscerne la freschezza?
  • Quale è il metodo di cottura preferibile?
  • Esiste un periodo dell’anno in cui è più opportuno consumarlo?

Le risposte ai tanti quesiti in questa imperdibile puntata de “Il Gusto della Salute” totalmente incentrata su un’autentica eccellenza del Mar Ionio.

 

Una rubrica di:
Mauro Minelli – prof. Straordinario di Igiene Generale e Applicata e Referente per il SUD-Italia della Fondazione Medicina Personalizzata

Ospiti:
Dominga Maio – Biologa nutrizionista del Network PoliSmai
Sandro Portaccio – Presidente Sindacato Balneari – Confcommercio Lecce
Antonio Russo – Chef ristorante “La Giudecca” Gallipoli

L’iniziativa è svolta sotto l’egida della FMP Fondazione Medicina Personalizzata – Media partner ADNKronos.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili