+39 0832 79 44 49

L’innovazione possibile nelle pratiche del benessere.
Piani operativi di interventi salutistici personalizzati




data : 23 Marzo 2018

Unipegaso e SIMeP (Società Italiana di Medicina Personalizzata)

Data: 23/03/2018 – Napoli

Una riflessione a 360° sulle nuove straordinarie frontiere della “Personalized Medicine”.

I determinanti esterni (metalli o altri inquinanti).

Le scelte alimentari in relazione alla qualità dei componenti e alla specifica sensibilità dei singoli consumatori.

Le modifiche del metabolismo cellulare eventualmente indotte da agenti nocivi ambientali e/o alimentari e le loro più o meno severe conseguenze organiche.

La flora batterica e l’ambiente intestinale.

Perché, a parità di condizioni esterne, alcuni si ammalano ed altri no?

Sono i temi di fondo di un seminario scientifico che si è svolto a Napoli il 23 marzo 2018, nel quale sono state presentate le premesse concettuali e le linee programmatiche di un innovativo progetto di ricerca applicata alla pratica clinica, targato Unipegaso.

Tema portante dell’evento: la “Medicina di Precisione”

Grazie all’adozione di precisi modelli di inquadramento diagnostico che conseguono ad una preliminare attività conoscitiva di ogni caso clinico, sarà sempre più possibile approfondire operativamente lo studio della malattia di un organo malato nei suoi complessi rapporti con tutti gli altri organi e apparati, attraverso un’attenta valutazione globale dell’intero organismo. Tutto questo senza nulla concedere a discutibili pratiche alternative fondate su procedure diagnostiche fantasiose e scientificamente non validate. Sono questi i percorsi della Medicina Personalizzata, quelli grazie ai quali è possibile disporre di strumenti che aiutano a scegliere farmaci e/o alimenti giusti alla dose giusta per la persona giusta. Tutto questo nell’intento di evitare assunzioni inutili di molecole potenzialmente prive di effetti terapeutici e/o nutrizionali se non, addirittura, nocive.

Strettamente collegato al tema risulta essere, anche, lo studio dell’ecosistema intestinale attraverso l’analisi del “microbiota”, unico per composizione in ogni individuo e con il quale ciascuno di noi vive in simbiosi assoluta. E’ noto, d’altro canto, che un microbiota dal profilo sano costituisce un requisito essenziale per il successo di terapie, in ambito sia nutrizionale che farmacologico, consentendo un completo recupero dello stato di salute.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili