fbpx
Loader
 

Il Gusto della Salute: il Carciofo

il-gusto-della-salute-carciofo

Il Gusto della Salute: il Carciofo

C’era, qualche tempo fa, uno spot pubblicitario del mai dimenticato “Carosello”, nel quale l’attore Ernesto Calindri, pacificamente seduto in mezzo al traffico caotico di una città degli anni ’70, sorseggiava il suo amaro, evocandolo come antidoto “contro il logorio della vita moderna”.
Quell’amaro si chiamava Cynar® perché prevalentemente estratto dalle foglie di Cynara Scolymus, nome scientifico del più noto Carciofo che di quella pianta erbacea è il frutto, simile ad una gemma dalle grandi foglie di colore grigio-verde, conosciuto fin dall’antichità per i suoi benefici sulla salute.
L’Italia detiene il primato mondiale nella produzione di questo ortaggio che si concentra soprattutto in Sicilia, Puglia, Campania, Sardegna e Lazio. La ragione di questo primato è legata, oltre che al clima mediterraneo favorevole alla crescita della pianta, alla disponibilità di aree coltivabili molto vaste in considerazione del fatto che la coltivazione del carciofo richiede grandi spazi e necessità di zone ben soleggiate con clima invernale mite e buona umidità.
Che siano quelli romani o siciliani o campani o i violetti di Sardegna, i carciofi sono comunque prelibati e hanno anche tante proprietà salutari.

  • Ma il loro consumo ha qualche controindicazione?
  • È vero che fanno bene al fegato e all’intestino?
  • In particolare, chi soffre di gastrite, ulcera gastroduodenale, colite, può trarre beneficio dal loro utilizzo?
  • Dalle persone diabetiche possono essere consumati liberamente o c’è qualche limitazione?
  • I soggetti che, avendo problemi di coagulazione del sangue devono assumere dei farmaci specifici, possono mangiare i carciofi senza temere alcuna conseguenza?
  • È possibile introdurli negli schemi dietetici delle donne che allattano?

 

Come sempre proveremo fare chiarezza sull’argomento in questa puntata de “Il Gusto della Salute“, mettendo in risalto “luci ed ombre” di questo ortaggio dalle antiche origini e dando qualche informazione e consiglio per poterlo consumare in maniera consapevole.

 

Una rubrica di:
Mauro Minelli – prof. Straordinario di Igiene Generale e Applicata e Referente per il SUD-Italia della Fondazione Medicina Personalizzata

Ospiti:
Dominga Maio – Biologa nutrizionista del Network PoliSmai
Gerardina D’Agosto – Responsabile laboratorio genetico azienda agricola Vitrosele (SA)
Ilaria Vergallo – Biologa nutrizionista del Network PoliSmai

L’iniziativa è svolta sotto l’egida della FMP Fondazione Medicina Personalizzata – Media partner ADNKronos.



Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili